Ebbene si oggi mi sono alzato dal letto, avevo voglia di scrivere qualcosa di complicato e nuovo, ma di cosa scrivere?

Allora mi alzo dal letto, apro il cassetto, accendo il telefono e scendo giù a fare colazione.

Mi guardo intorno e nulla sembrava raccontarmi nulla su cui poter scrivere un articolo, allora invio il messaggio di buongiorno ( <3 ) a una persona speciale, anche se so che dorme ancora, e mi prendo il mio cappuccino con la bella Kinder Colazione +, ferrero pagaci per il product placement.

Ma nulla, il cappuccino nemmeno sul fondo mi raccontava nulla, allora vado in bagn, gioco a WWE Supercard sul cellulare e ancora.

Ero disperato cercavo così tanto qualcosa su cui poter creare un argomento che nulla sembrava aiutarmi.

Ritorno in camera e accendo il PC, “cavolo” mi dico “sono quasi le 10 c’è Tesk in live”, apro lo streaming dell’amico Tesk e illuminazione.

Lo streamer, ottimo giocatore di League of Legends, sta giocando su quel tanto amato gioco.

Io lo guardo, ci gioco da un pò anche io, non ad altissimi livelli però, e penso alla community di questo famoso MOBA firmato Riot Games.

Per chi non lo sapesse, League of Legends è un MOBA (Multiplayer Online Battle Arena).

La mappa più famosa è la Landa degli Evocatori, in cui si combattono 5 contro 5 in 3 corsie: Top, Mid e la Duo-Bot con l’aiuto del Jungler che passa da lane a lane cercando di portare a casa qualche kill.

Non è un Deathmatch a squadre e perciò non si vince facendo tante kill ma distruggendo il nexus nemico.

Ma io non sono qui per parlare di come giocare oppure di cosa si gioca, forse non ne sarei capace, ma più di andare a a vedere la Community di tale gioco.

La community di League of Legends

League of Legends ha molti problemi dal punto di vista della community.

I primi livelli di gioco, dal 5 al 20, sono qualcosa di ottimo, solo sporadicamente trovi qualcuno a cui piace rompere il cazzo.

Ma poi da lì l’inferno, fino al 30 trovi già gente che ha la testa come il culo e appena parte il game deve dire la sua.

Ma il fatto non è solo questo, avanziamo ed arrivano le Ranked, si amici le Ranked, l’odio più profondo.

Già le Ranked in sè sembrano una gara a chi ha il pene più lungo ma non facciamoci caso.

Allora la gente che si trova in questi game è, quasi sempre, molto simpatica, al loro primo errore iniziano a tirare la colpa sul Jungler.

Il classico Toplaner è colui che pusha una lane, senza minimamente avere visione, venir gankato dal Jungler avversario, morire e dare la colpa al proprio Jungler.

“Mother….er, why no gank?”

Oppure il classico.

” Report Jungler no Gank”

“Ma fottuto idiota con un cervello che va a motore a scoppio, come posso io gankarti se pushi una lane e muori sotto la torre nemica?

Me lo spieghi?

La colpa è comunque tua, lui pusha, muore ma tu dovevi prevenire questo, che persona brutta sei?

Ma tanto anche se l’hai gankato 3 volte in 5 minuti e gli hai dato due kill, sarai tu quello da insultare se muore perchè ha la mamma un pò tr…

Ma il Jungler è l’unico stupido qui?

No, il Jungler è il primo da incolpare se muore il Solo Laner ma nella Botlane, formata da Adc e Support cosa succede?

Se sei un main support sai già come va a finire sempre, ma se sei capitato per sbaglio lì inizia a pregare.

Forse i player più tossici, escludendo i Riven, Yasuo e Draven Player, sono gli ADC, quel player che deve stare tanto attento ad autoattaccare ciò che tu da support gli prepari su un piatto d’argento ma al piccolo errore tuo ti flammano male.

Ma perchè ti chiedi?

Perchè a loro piace essere così, perchè tu devi essere colui che deve sentirsi una merda se lui è idiota e va 0/4, tilta male e inizia a feeddare tutti.

Ma tutto ciò a che cosa serve realmente?

Ad un emerito nulla, siamo sinceri.

Il Flame in qualsiasi forma non serve a nulla, conosco gente che tilta male e flamma quando iniziano a vedere le cose storte, ma cosa vuoi dirgli?

Io questo vorrei proprio dire a coloro che flammano, non vi preoccupate, voi fatelo pur, tanto il mute all ci pensa lui.

No sinceramente, anche perchè chi flamma vola dritto tra i bannabili della Riot, per sempre.

Una riflessione finale!

Ma oltre ciò vorrei dire che non serve a nulla flammare oppure tiltare male, bisogna iniziare a guardare un pò nel proprio piatto.

Se moriamo dovremmo iniziare a capire l’errore che ci ha portato a morire.

Se siamo in top e non abbiamo visione del Jungler nemico e stiamo pushando da un pò di tempo, fermiamoci.

Cerchiamo di guardarci intorno, mettiamo una piccola Ward, non ci costa nulla oppure prendere una Pink e metterla lì.

Incolpare il Jungler per errori che lui non ha fatto non è il meglio, perchè tu impazzisci e impazzisce anche lui.

Se tu da tiltato fai tiltare anche il tuo Jungler, significa due Player in meno in team.

Due player in meno, significa un possibile 3v5, se non 3v7, e il game in questo caso è quasi perso.

Ma se tu Toplaner, ma dico a chiunque, anche al Jungler che è sotto, se siete sotto di 3 Kill al vostro rivale cercate di recuperare il vostro cervello e sperare che vi carrino gli altri non fa male.

Se siete sotto perchè avete capito di aver sbagliato tanto, sperate di riprendervi e di cercare di dare una mano.

La vostra mano, anche da 0/3, è sempre utile, se siete una Riven e vi lanciate in mezzo con due item i vostri danni li avete.

Inutile incolpare il prossimo per un proprio errore, cerchiamo di guardare nel nostro piatto e di giocare sempre al meglio.

Anche se tutto sembra andare contro di noi, il game puoi vincerlo sempre.

 

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry