Jump è un servizio in abbonamento on-demand che “sottolinea la scoperta di giochi indipendenti” agendo come un portale di gioco che ospita centinaia di titoli. In sostanza, Jump, è come GOG o Steam, ad eccezione che offre solo titoli indipendenti e puoi giocare quanti titoli desideri con un piccolo abbonamento mensile.

Il servizio sarà lanciato questa estate (nessuna data ufficiale annunciata) per soli 10 dollari al mese.

Il servizio utilizzerà quello che chiamano tecnologia “HyperJump“, in cui è possibile eseguire immediatamente il gioco senza bisogno di scaricare qualsiasi altra cosa oltre l’applicazione. Indipendentemente dai grandi titoli, la scena indie è fiorente e questo potrebbe essere la spinta necessaria per mettere molti di quei giochi allo stesso livello senza essere sepolti da alcun servizi.

Iniziato da un gruppo di sviluppatori indipendenti e veterani del settore dei videogiochi con esperienza nella pubblicazione, nella commercializzazione e nella distribuzione, Jump ha garantito 1,66 milioni di dollari in finanziamenti di Serie A da angeli prominenti tra cui il consigliere Montgomery Kersten e Buddy Arnheim di Perkins Coie Con investimenti precedenti di Boost VC (guidati da Adam Draper) e Sand Hill Angels. Inoltre, Jump ha un consiglio di consulenza composto da più di 15 aziende di videogiochi e dirigenti della Silicon Valley, tra cui Tom Kalinske (presidente di Gazillion Games e ex CEO di Sega), Mike Fischer (ex CEO di Square Enix e ex direttore marketing per Xbox) , Louis Castle (fondatore di Westwood Studios e attuale responsabile di Amazon Game Studios), Tony Parisi (capo di AR / VR presso Unity e pioniere di WebGL e VR) e Rick Tallman (COO di Vungle)

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry