Scrivere recensioni non è il mio forte, anzi tento ad esprimermi abbastanza male su molti argomenti e variare, sbagliando forse anche le parole,  ma oggi ci lanceremo nella nostra avventura, recensire The Wardrobe!

La C.I.N.I.C. Games è una piccola Software House indipendente italiana, che ha sfornato uno delle migliori avventure grafiche degli ultimi anni, ma non  per quello che siamo qui a parlare del gioco ma proprio perchè provandolo ho amato tutto ciò che stavo guardando.

Uno sguardo più professional, se lo fossimo!

The Wardrobe è un’avventura grafica 2D punta e clicca, che trae ispirazione dai grandi classici degli anni 90: Monkey Island, Day of The Tentacle e Sam e Max.

L’umorismo non manca e le citazioni a giochi, anime e serie tv sono innumerevoli.

Un’infarinata di trama.

Il gioco parte con una sequenza in cui ci mostrano i due amici Skinny e Ronald, cinque anni prima dell’inizio del gioco, fare un pic nic ma una prugna ammazza il nostro protagonista, Skinny, la sua allergia ci assillerà per tutta la durata del gioco.

Morto Skinny viene transformato n uno scheletro e lanciato nell’armadio del giovane amico Ronald, con l’intento di farlo parlare così la sua anima non sarà dannata in eterno.

Dopo che si risveglia, sono passati cinque anni e Skinny non ha mai cercato di parlare con l’amico, solo ora si ricorda di farlo, il giorno di Halloween mentre Ronny e famiglia stanno traslocando.

Dovremo così iniziare a girare per la città, finiti in una discarica col nostro armadio dovremo cercare un aiuto per arrivare alla nuova casa.

Dopo vari litigi, nonnine fantasma, zombe che ci dicono che puzziamo, vcchi ciechi che urlano ai lavoratori dei cantieri riusciamo a raggiungere la nostra meta agognata e finalmente parlare con chi dobbiamo.

Delle citazioni fantastiche.

Il punto forte, che io ho amato, di questo gioco sono le innumerevoli citazioni ad altre opere, non solo videoludiche, basti pensare ad inizio gioco nella scena del bagno, Tavoletta di Ed, Edde e Eddy, lì sulla vasca, oppure il bastone di Rafiki piantanto nel vaso.

Ma mica finiscono qui, le più memorabili citazioni sono tante e qualcuno la riporterò di seguito va:

  • Il Trombone blu con l’ombrello giallo di How I Met Your Mother
  • La maschera di Sogeking
  • Le maschere Rossa, Blu, Arancio e viola e un topo, chiaro riferimento alle Tartarughe Ninja
  • Il poster ricercato di Sanji
  • La tuta di Spiderman gettata nella spazzatura
  • Il barbone che ci sbarra la strada e dobbiamo svegliarlo per superarlo, Snorlax sei tu?
  • e tantissimi altri da scoprire solo giocandoci
Un fine umorismo

L’umorismo del gioco sembra sia più un qualcosa di ricercato, non è il solito stupido umorismo da bar della magnana che non fanno altro che dire battute pessime, qui è più un cinismo verso il giocatore  aldilà dello schermo.

Eh si, più volte Skinny, perdendo la pazienza, perchè farlo parlare con un WC è una cosa normale, ci manderà quasi a quel paese. ormai non sopportandoci più.

Ma vogliamo parlare del narratore negligente?

Che ci farà un tutorial approssimativo e mai del tutto esauribile?

E i personaggi?

Il cieco che vorrà farci credere di essere una persona normale e con un megafono in mano urlare ai lavoratori dei cantieri edili, chiaramente sono italiani i creatori eh.

Il Quarterback che non riesce a parlare decentemente perchè il suo cervello è andato a farsi friggere.

Il bel traslocatore, tutto fatto, molto simile ad un Bob Marley dei giorni nostri.

Anche i personaggi sono innumerevoli, incredibile e fottutamente fantastici.

Una conclusione.

In conclusione, The Wardrobe è un gioco da giocare?

Si, assolutamente, non per forza solo chi ama quel tipo di giochi, avventure grafiche, dovrebbe giocarlo ma anche chi non ne ha mai provato una, forse perchè troppo piccolo o perchè non ama rightcliccare le cose per cercare di andare avanti.

Gli enigmi, le citazione, gli innumerevoli scenari ed i personaggi stupidi, in primis Skinny (scusami Skinny, non dirò più una cosa simile), dovrebbero farvi pensare di avvicinarvi a questo gioco, il prezzo poi è abbordabile da tutti, 15€ su steam per un gioco che può durare anche 8/9 ore è ottimo.

Un mio voto finale, soggettivo è 7 su 10.

Godibile, ottimo da giocare, grafica di cartoon, un 7 è meritato, forse con qualcosa in più e altre ore di giocabilità un 8 non glielo toglieva nessuno.

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
1
RASSEGNA PANORAMICA
Voto Finale
7
CONDIVIDI
Articolo precedenteDragon Ball Xenoverse 2 Free Week-End su Xbox One
Prossimo articoloNA LCS: DoubleLift firma per i Team Liquid!
Francesco, 25 anni di passione per i videogiochi, da sempre in giro col Joypad, dalla Playstation 1 alla più recente Xbox One. Oltre ai Videogame la sua passione è il Wrestling che grazie all'annuale appuntamento di 2K riesce ad unire le due passioni giocando a ciò che ama.